0

Assistenza Samsung: la mia esperienza.

Schermo Galaxy Nexus rovinato

Visto che nel web vi sono solamente problemi e tragiche storie riguardo l’assistenza Samsung, voglio raccontarvi la mia esperienza che – non so quale santo ringraziare – mi ha permesso di riavere un Galaxy Nexus come nuovo.

Perché l’ho mandato in assistenza?

Il mio Nexus soffriva di un difetto al display che incideva sul corretto funzionamento dei pixel appartenenti alle due intere righe più estreme in alto e in basso. Ho avuto il presentimento che un’intera riga di qualche subpixel (forse il verde) sia morta per cause naturali dovuta all’usura fisica dello schermo. Le conseguenze di questa anomala dipartita non si notavano sul nero in cui i pixel praticamente si “spengono” ma tuttavia erano insopportabili con qualsiasi altro colore in quanto era come se fossero sempre con la luminosità sparata di almeno un 50% in più rispetto al resto dello schermo. Sembrerebbe essere purtroppo un problema abbastanza comune a degli stock di Nexus precedenti alla serie C8: guarda caso serie in cui Samsung ha sostituito i fornitori di alcuni componenti hardware come, ad esempio, il sensore di prossimità.

 

Passato il periodo festivo, mi decido a portare lo smartphone in un centro Samsung Gold abbastanza vicino casa. In un primo momento mi riferirono che non vi erano problemi nel ripararlo stesso in loco senza inviarlo in un centro di assistenza esterno. Dopo uno scambio di email (assistenza molto cordiale e disponibile) giungiamo insieme alla conclusione che non erano autorizzati da Samsung alla riparazione della serie Nexus in garanzia e senza garanzia me l’avrebbero sistemato in “poche ore” [cit.]. Esterrefatto mi metto l’anima in pace e il 7 gennaio consegno lo smartphone al centro assistenza; il giorno successivo, 8 gennaio, con notevole celerità inviano il dispositivo al centro riparazioni di Milano e mi inviano via email il codice per il tracking sul sito futureservice.samsung.it.

Assistenza Samsung

Il tutto si è svolto nel giro di 16 giorni con 1 giorno di ritardo [LOL] rispetto ai 15 che mi avevano anticipato.

Rimonto la batteria, accendo, tutto ok. Leggo poi sul documento allegato la “sostituzione totale display” con un display dell’ultima serie di Galaxy Nexus dai colori più contrastati rispetto ai primi modelli con lo schermo un po’ scarico e giallognolo e predisposti al problema succitato.

 

In conclusione, sono rimasto soddisfatto dell’assistenza Samsung e del customer care da parte del centro di assistenza locale che, almeno nel mio (fortunato?) caso, hanno provveduto egregiamente a svolgere il loro lavoro.

Andrea Venditti

CEO, SEO e Webmaster del sito web in cui stai leggendo questo messaggio.